Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

lunedì 22 ottobre 2007

Ponga



Questo collage l’ha fatto una mia amica.. e allora partiamo da lei..

Vi presento Ponga!
Una donna che riesce a rispondere ad un sms ancora prima che tu l’abbia inviato, una donna per cui il cellulare non è un oggetto, ma una protesi.. una donna a cui non serve un blog.. perchè ci informa su quello che le succede in tempo reale, una donna che ama i cestini.. quelli verdi.. ma solo chi c’era sa il perchè, una donna con cui ho condiviso tutto, gioie, dolori, sorrisi, paure, abbracci.. ma soprattutto dettagli, “voglio i dettagli, subito!!”, una donna con cui sono cresciuta, una donna che mi ha voluta come testimone di nozze e che è riuscita a farmi confessare dopo circa 15 anni, una donna dolce e sensibile, con due occhi grandi e lucenti, una donna con cui madre natura non è stata generosa in altezza.. ma poi ha abbondato con le cose importanti.. tettona! Una donna che compra più scarpe in un anno di quante io ne comprerò in tutta la vita, una donna presente, nonostante la distanza, una donna che sa perdonare, generosa, forte, trasparente e profonda..

Cara Ponga.. ci siamo conosciute circa 8 anni fa, in “amore e odio IRI”, il posto dove ho lavorato 10 anni. Tu eri la compagna di treno del mio fidanzato di quei tempi.. e mi son detta.. “vediamo di conoscerla bene questa ”, poi la storia col mio ragazzo di allora è finita.. ma la nostra amicizia è rimasta solida nel tempo.
I primi anni sono stati costellati da eventi “tragici” e comici allo stesso tempo, se ci penso ora, in un certo senso mi vien da ridere.. gli uomini erano sempre quelli sbagliati e ci consolavamo prendendo delle gran sbronze.. mi ricordo la sera del tuo compleanno al Bastian Contrario.. praticamente la festa si era trasferita nei bagni.. io ho sempre negato di esser stata male.. per mantenere la mia fama di “donna che regge l’alcol” ma ora ammetto che effettivamente.. sono stata maliiiiissimo! Ehehe
Mi ricordo le serate a ballare in quel locale.. come si chiamava?.. Zithum. Mi ricordo benissimo le tue gaffes colossali, tipo.. “quel tizio non farebbe sesso neanche ad una mosca” detta alla ragazza che lo stava frequentando a nostra insaputa... Mi ricordo le danze, le risate, e ancora gli uomini sbagliati..
Mi ricordo di una notte, c’era appena stato un temporalone, io ero in un letto.. che non era il mio.. e tu mi hai detto “ho fatto”, che bello condividere tutte le emozioni..
Mi ricordo della storia che ti ho tenuto nascosto “perchè lui non voleva”, e di quando te ne ho parlato.. “ti devo parlare, vengo da te”, nella stanza poi ribattezzata “delle confessioni”, mi ricordo della tua sofferenza e il tuo perdono. Mi ricordo della storia di cui, invece, ti ho parlato ancora prima che nascesse.. di come mi hai capita, e di come mi sei stata vicino senza giudicare, dando importanza solo all’amore e alla felicità.
Mi ricordo gli uomini bruttissimi che ti piacevano, quello del treno in particolare.. blahhh, “almeno in fatto di uomini non abbiamo gli stessi gusti”, poi è arrivato Ale, “finalmente un tipo belloccio”, però la sera che l’ho conosciuto, che poi è anche la sera in cui vi siete messi insieme, a Lodi al concerto della Bandabardò.. aveva una maglietta che non si poteva guardare!!!! (pubblicherei volentieri una foto per farvi capire) ehehehe.
Da quella sera son cambiate molte cose, ti sei trasferita e ci siam ritrovate lontane, solo fisicamente, pero! E piano piano hai iniziato a realizzare il sogno della tua vita..
Mi ricordo quel giorno a cremona, che resti scolpito nella storia, quando abbiamo organizzato il pranzo per far conoscere Paolo e Basty.. e nel bagno di quel locale mi hai detto.. “ci sposiamo” (le donne adorano i bagni per parlare) che emozione... E, sempre lo stesso giorno, quando ci siamo trasferiti nella tua vecchia casina, che a quei tempi stavi inaugurando, e il tizio con cui Basty era uscita un paio di volte girava per la casa facendo il figo e dicendo “ve la sistemo io la televisione” ignaro del fatto che noi avevamo chiuso i due piccioncini in un’altra stanza per farli parlare e conoscere.. eheheheh

Mi ricordo anche le discussioni, i problemi, le sofferenze e le delusioni.. perchè il rapporto fra due persone non è sempre rose e fiori. Ci sono state telefonate infuocate e lunghi pianti.. ci si scontra, qualche volta.. ma l’amicizia prevale perchè è ben radicata nei nostri cuori.

Poi, finalmente, è arrivato il 30 giugno... che lunga preparazione.. il vestito, i frati, la nuova casina, e i sette mesi di niente “...”, persone che non si sopportano per quel giorno hanno proclamato una tregua solo per voi. Che gioia immensa nel vedervi felici, per fortuna prendevo ancora la medicine, altrimenti avrei pianto tutto il giorno!
La vita non è facile, lo sai, lo sappiamo.. ci sono state e ci saranno tante difficoltà, ma ora siete in due e così si vive meglio.. io, poi, ti sarò sempre vicina.

Ecco sono stata prolissa come al solito.. vi lascio con un sms di ponga di qualche giorno fa..

uff uff.. ho di fianco uno in treno che sta tentando di leggere gli sms che mando in giro, in più è pure brutto, con pochi capelli, e gli puzza l'alito.. adesso spero proprio che legga anche questo sms, cosi impara..”

1 commento:

ponga1975 ha detto...

eccomi... sono commossa, sei una parte del mio cuore e lo sarai per sempre...quante ne abbiamo passate... e quante ne passeremo... che momenti... sembra ieri e guarda dove siamo ora...

ti voglio bene, per sempre, qualsiasi cosa accada

...