Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

domenica 26 ottobre 2008

Il papà va fuori con gli amici e noi..

Ieri sera mio padre è uscito (finalmente) a cena con i suoi amici, così io e Fabio ne abbiamo approfittato per passare una seratina romantica solo noi..

Ho aiutato il papà a scegliere vestito, cravatta e scarpe, gli ho stirato la camicia e insieme abbiamo controllato gli oggetti che non doveva dimenticare, telefono, medicine, soldi, chiavi, ecc. poi ho aspettato Fabio (che ovviamente è arrivato "con calma").

Ho prenotato per le 22 (e siamo riusciti ad arrivare in ritardo!! ;)) al Braciere del ripa, ristorante che Fabio da tempo voleva provare. Il posto è molto carino, caldo e romantico.. con dei lampadari bellissimi.. non trovate? Il giardino, poi, è incantevole e si affaccia su un canale, con tanto di barchetta. In primavera dev'essere uno spettacolo!

Il servizio, invece, è migliorabile, e nel menù i prezzi non son molto chiari.. ecco una scenetta all'arrivo del cameriere:

Sara: vorrei i Medaglioni di Limousine in crema Roquefort e gherigli di noci
cameriere: sono finiti
Sara: allora Filetto di manzo alla Rossini con il patè d’oca e scaglie di Tartufo d’Alba
cameriere: è finito
Sara: allora cosa mi consiglia?
cameriere: manzo del Nebraska
Sara: ok, con delle patate arrosto
cameriere: ehm sono finite, abbiamo patate al cartoccio con dentro il gorgonzola..
Sara: (un po' perplessa) vabbbene..

Ho mangiato la carne più buona di tutti i tempi! consiglio a tutti il manzo del Nebraska! il sapore era veramente ottimo e la carne ti si scioglieva in bocca.. uno spettacolo! Il tutto ovviamente accompagnato da un buon Nero D'avola.

La serata è stata veramente romantica, e dopo la cena, volendo avremmo potuto spostarci a vedere il concerto nel pub adiacente, ma abbiam preferito tornare a casa, eravamo troppo provati dalla cena! e anche dal conto..

Auguro a tutte una serata così.. (però il conto fatelo pagare al vostro lui..)

martedì 21 ottobre 2008

Pprrrr

Ci siamo conosciuti undici anni fa, quando io ero ancora una giovinetta e lui era già anzianotto, ma ancora in forma. Ho sempre pensato che Pprrr fosse un "signore", no, non fraintendetemi, in questo caso non parlo di età, ma di modi di fare. Stile impeccabile.. beh non forse nell'apparire (eh eh eh) ma nel modo di porsi e di essere, gentile, educato, generoso, non si è mai perso dietro le piccole cose.. (e lo pensavo già prima che mi offrisse migliaia di brioche, barrette kinder, caramelle, e qualsiasi tipo di leccornia..)

Pprrr è veramente una persona importante per me, e non glielo dico mai, non glielo dimostro mai abbastanza. Pprrr, con me, è presente e paziente, paziente e presente. Spalla su cui piangere, amico con cui scherzare, fidato consigliere, grande ascoltatore. Pprrr è la persona a cui confido paure, dubbi e debolezze perchè è l'unico, per certi versi, in grado di capirmi. (o forse l'unico che riesce ad ascoltarmi? :) )

Pprrr mi vuole un bene enorme, che io sento di non meritare, un bene fatto di piccoli e grandi gesti, di attenzioni. Pprrr è un sognatore disilluso che ha paura di non essere ricordato, che soffre per non avere abbastanza ricordi felici, che sta cedendo alla convinzione che qualcosa di bello non possa più succedere.
Pprrr ha smesso di cercare, ed ora aspetta, forse, con poca speranza, quello che in fondo vogliamo tutti.. l'amore..

Pprrr mi insulterà per questo post così personale, ma io ho la rubrica delle persone importanti per me da portare avanti, e non posso tralasciarlo.

Non ho detto tante cose, ma infondo le so io e le sa lui..

P.S. Pprrr mi manchi...
P.P.S. Donne, provate la "forma" di Pprrr e sicuramente ne sarete soddisfatte!! ;)

domenica 19 ottobre 2008

Compleanno.. in 3 parti!


Ebbene sì, il 13 ottobre è stato il mio compleanno (il prossimo lo festeggerò almeno fra 2/3 anni), anche questa volta mi son detta "perchè festeggiare un giorno solo, quando posso fare più feste?" e così è stato. Ho festeggiato 3 volte! :)

Festeggiamento n. 1

Questa è stata la festa vera e propria, nulla di clamoroso come l'anno scorso, coi 30 invitati per il giro di boa, ma qualcosa di più intimo con gli amici più cari. Purtroppo alcune amiche, causa bimbi e moroso ammalato non son potute venire (vero Ery, Ele, Sam e Vale??) ma rimedieremo..

Siamo andati all'Osteria dell'Oppio, già il nome è tutto un programma, un posto dove ero già stata diversi anni fa, e più recentemente, in occasione dell'addio al nubilato di Nuccia.

Abbiamo mangiato, bevuto, ballato e cantato (sì c'era pure il karaoke (sì, ho cantato anche io)), per quanto io non ami il Karaoke è stata una serata veramente simpatica, tanto che abbiamo chiuso noi il locale..

Grazie per la splendida serata amici.. Ecco qualche foto..





Festeggiamento n. 2

Proprio il giorno del mio compleanno con Fabio e papà siamo andati al Baia a prendere le pizze e poi, di corsa a casa di Erika per festeggiare con lei e Stellina.

Ho soffiato sullA candelinA (quando gli anni son troppi si riduce ad una candela sola) e ci siam fatti una bella chiacchierata, fra un urlo e l'altro di Stella.. :)

Grazie Erika!
PS notate com'è a suo "agio" Fabio nei panni di zio..



Festeggiamento n.3

Scartati tutti i regali.. mi accorgo che ne manca uno.. quello di Fabio, che prontamente mi dice che il suo regalo non è nessun oggetto inutile, ma qualcosa da fare insieme la settimana dopo il mio compleanno.. e sarà una sorpresa.

Per tutta la settimana gli faccio domande, combattuta fra curiosità e la voglia di non rovinargli la sorpresa.. penso ad una cena, un week end, una serata a teatro.. nulla di tutto questo, una vera sorpresa! Non mi sarei mai aspettato da lui un simile sacrificio!

Il sabato mattina ancora non so cosa mi aspetterà la sera, so solo che non devo vestirmi in modo elegante.. sabato sera intuisco che si tratta di un concerto.. e rabbrividisco..
Considerando che quando parlo di musica, in genere, non mi ascolta o mi ascolta parzialmente, potrebbe essergli rimasto impresso il nome di un gruppo di cui magari gli ho parlato perchè invece mi faceva cagare.. panico!

Resisto alla tentazione di andare su internet.. e salgo in macchina, Fabio, molto simpaticamente mi porge un articolo di giornale, con tanto di foto di Ornella Vanoni in concerto proprio quella sera a Milano.. ma non ci casco..
Arriviamo al Rolling Stone.. panico.. poi vedo le bancarelle piene di magliette.. i CALEXICO!!!!! non ci credo!! uno dei miei gruppi preferiti!! (in effetti gli ho fatto una testa tanta con questo gruppo) e sorpresa nella sorpresa a fine concerto sale sul palco Vinicio a cantare due canzoni!

Grazie Fabio, anche quest'anno regalo perfetto!

...