Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

mercoledì 28 novembre 2007

Piani alti


Preferisco l’antico al moderno, quasi sempre. Ad esempio, se mi dovessero proporre un viaggio a New York o un tour del Messico, sarei decisamente per il Messico.

Anche l’architettura moderna non mi attrae particolarmente. Per esempio mi ricordo il mio bellissimo viaggio a scrocco fatto in Olanda, io e il mio migliore amico ospiti da una nostra amica ingegnere che stava facendo l’Erasmus (per laurearsi anche in architettura).
L’Olanda mi è piaciuta tantissimo, la consiglio a tutti, in particolare in primavera quando sbocciano i tulipani e arrivando con l’aereo si vede questa enorme pianura piena di “pezze” colorate.. che in pratica sono campi di fiori.
Tornando al discorso di prima, Rotterdam, credo sia la città più moderna che io abbia mai visitato. L’ho trovato un posto bizzarro. Girando, stando sempre attenta a non farmi investire da biciclette e tram, ho capito perché fosse la meta preferita da tutti i miei amici amanti dell’architettura. C’erano palazzi e grattacieli di tutti i tipi, arrotondati, cubici, dalle forme più strane, addirittura inclinati. Una bella città, anche per il gusto con cui son riusciti ad abbinare “antico” e moderno. Però tornando alle mie preferenze, il confronto non regge rispetto al paesino in cui stavamo noi, Delft, un gioiellino, un’Amsterdam in miniatura, con i suoi canali, i suoi ponti e le sue romanticissime tipiche casette olandesi affacciate sull’acqua.

I palazzoni, oltre a non affascinarmi più di tanto, mi inquietano, specialmente i grattacieli. Non potrei mai abitare al ventesimo piano. Proprio non mi sentirei sicura.. per non parlare del discorso vertigini, che per me non è poca cosa, se penso a quando in cima ad una torre della Sagrada Famìlia di Barcellona mi son quasi fatta venire una crisi isterica perché non riuscivo più a scendere (l’istinto mi diceva di farmi tutti gli scalini di culo, avete presenti come quando lo si faceva da bambini per gioco?), o quando, proprio a Rotterdam, salita su una torre panoramica alta 100 metri, ci ho messo 10 minuti prima di riuscire a staccarmi dalla parete… e praticamente tutto il pomeriggio per riuscire ad affacciarmi al terrazzo.
Oltretutto, negli ultimi anni, sogno spesso di essere su un grattacielo e, non so per quale motivo (anzi se qualcuno è esperto me lo spieghi), ad un certo punto questo inizia ad oscillare, come solo in un sogno può essere, ma vi assicuro che non è per niente divertente.

Tutta questa introduzione per dire che il mio ufficio sta all’ottavo piano, e a me la cosa non fa affatto piacere! Oltretutto, mi viene il mal di mare ogni volta che prendo l’ascensore, perche è uno di quelli veloci. E, fra l’altro, io odio gli ascensori (ma ne parlerò in un altro post). Però, un lato positivo c’è.. dalla mia scrivania all’ottavo piano, di un palazzone moderno e colorato, fatto tutto a vetri (che potete ammirare nella foto), nelle belle giornate si vedono le montagne.. uno spettacolo bellissimo!

domenica 25 novembre 2007

Lacrime..


Una canzone..
una canzone triste, l'ascolto e la riascolto, non riesco a smettere. Continuo ad ascoltarla, per conoscerla, capirla, per darle significati solo miei.. lascio che mi entri dentro, intuisco dove mi porterà e non faccio nulla perchè non accada, mi lascio andare.. infondo so, di essere io a volerlo..

Lacrime..
sono lacrime quelle che attraversano il mio viso, non il pianto liberatorio che aspetto da tanto, ma pur sempre lacrime che, piano, scendono giù.

Sorrido..
solo chi mi conosce bene sa quanto aspettavo questo momento e quanto fosse importante per me. Piano piano mi sto riappropriando delle mie emozioni..

mercoledì 21 novembre 2007

L'aria della notte..

Tutti i martedì a mezzanotte, sotto casa mia, c'è il lavaggio strada.. che pacco.. io spessissimo me ne dimentico, e fioccano le multe. Questa sera, all'alba delle 12.30 arriva mio padre dicendomi.. "hai spostato l'auto?" Difficile che io l'abbia spostata.. ho dormito tutto il giorno.

Uffa!!!!!!!!!!, mi metto i jeans e gli anfibi, e tengo la felpa del pigiama.. mi guardo allo specchio.. pallida, trucco caduto, capelli spettinati.. sono l'antisesso, il perfetto look per uscire di notte nella mia zona. Non ho voglia, non ho voglia, non ho voglia!! Se non avessi preso una multa anche settimana scorsa me ne sarei rimasta a casuccia.

Arrivo giù in strada, e sento l'aria della notte, frizzante e fresca.. è irresistibile e mi risveglia i sensi. Il mio umore cambia completamente, mi sento quasi allegra e sto bene, benissimo.. mi farei volentieri un giretto, ma non mi sono neanche lavata la faccia e potrei spaventare qualcuno.

Controllo l'auto, niente multa per fortuna, la metto sul marciapiede e mi dico che tornerò a spostarla verso le 4. Niente passeggiata neanche alle 4, tranquilli.

martedì 20 novembre 2007

Uno dei miei tulipani per te..



.. che compi gli anni oggi.

Sei sempre nel mio cuoricino,

Auguri Milly..!!

lunedì 19 novembre 2007

Chi lo sa che donna sono..??

Lo so che è vecchia.. ma che ci posso fare, se ci sono affezionata..

Donna INTERNET: donna di difficile accesso.
Donna SERVER: sempre occupata quando devi usarla.
Donna WINDOWS: tutti sanno che non funziona ma nessuno può viverne senza.
Donna POWERPOINT: solo Bill Gates ha la pazienza di utilizzarla per più di mezz'ora.
Donna EXCEL: dicono che serve per tante cose ma si utilizza solo per le quattro operazioni di base.
Donna WORD: ha sempre una sorpresa riservata per voi ma non esiste nessuno al mondo che la comprenda del tutto.
Donna D.O.S.: tutti l'hanno utilizzata almeno una volta ma nessuno la vuole più.
Donna BACKUP: avete sempre creduto che avesse tutto quello che potesse servire ma al momento della verità manca sempre qualcosa.
Donna VIRUS: anche conosciuta come "moglie", quando meno te lo aspetti arriva, si installa e si impossessa di tutte le risorse. Se provi a disinstallarla perderai qualcosa, se non ci provi... perderai tutto!
Donna SCANDISK: si sa che è buona e che vuole solo aiutarti, ma in fondo nessuno sa che cosa stia realmente facendo...
Donna SCREENSAVER: non serve a niente ma è divertente!
Donna PAINTBRUSH: serve solo per i suoi figli.
Donna RAM: dimentica tutto quello che ha fatto appena si disconnette.
Donna HARD-DISK: si ricorda di tutto, PER SEMPRE.
Donna MOUSE: funziona solo se sbattuta.
Donna MULTIMEDIA: fa sembrare tutto molto bello.
Donna MICROSOFT: vuole avere il dominio su tutti gli uomini che incontra e tenta di convincerli che lei è la cosa migliore per loro. Fa di tutto per metterti contro le altre donne e promette che avrai tutto ciò che vorrai se solo gli consegni l'agenda con i numeri di telefono delle tue amiche. Prima che tu te ne accorga diventerà l'unica nella tua vita. Arriverà il giorno in cui per aprire il frigorifero o per prendere le chiavi della macchina avrai bisogno del suo permesso.
Donna PASSWORD: credi di essere l'unico che la conosce ma la conosce mezzo mondo...
Donna MP3: tutti vogliono scaricarla.
Donna UTENTE: Sbaglia tutto quello che fa e chiede sempre di più di quello di cui ha bisogno.
Donna CPU: Da fuori sembra che abbia tutto, ma dentro è vuota.
Donna MONITOR: Ti fa vedere la vita con colori più brillanti.
Donna LETTORE CD: è sempre più veloce.
Donna DATAWAREHOUSING: ti tiene al corrente di tutto tranne di quello che realmente ti interessa.
Donna E-MAIL: ogni dieci cose che ti dice, otto sono stronzate.

sabato 17 novembre 2007

E' in pericolo la mia salvezza eterna..!!



Da Wikipedia..

Nel giugno 1949 viene stampato un "avviso sacro" di scomunica, che dice:

"Fa peccato Mortale:
Chi è iscritto al Partito Comunista.
Chi ne fa propaganda in qualsiasi modo.
Chi vota per esso e per i suoi candidati.
Chi scrive, legge e diffonde la stampa comunista.
Chi rimane nelle organizzazioni comuniste: Camera del Lavoro, Federterra, Fronte della Gioventù, CGIL, UDI, API, ecc…"

Poi luglio dello stesso anno la Congregazione del Sant'Uffizio ha pubblicato un decreto conosciuto come scomunica ai comunisti: con esso la Chiesa cattolica prendeva esplicitamente le distanze dall'ideologia comunista.
È stato chiesto alla Suprema Sacra Congregazione se sia lecito iscriversi al partito comunista o sostenerlo, e questa ha risposto "negativo: infatti il comunismo è materialista e anticristiano; i capi comunisti, sebbene a volte sostengano a parole di non essere contrari alla Religione, di fatto sia nella dottrina sia nelle azioni si dimostrano ostili a Dio, alla vera Religione e alla Chiesa di Cristo"... "N.B. Chi in confessione tace tali colpe fa sacrilegio". Papa Pio XII ha approvato la decisione.

La stessa congregazione del Sant'Uffizio pubblicò dieci anni più tardi, il 4 aprile 1959, un Dubium, con lo scopo di chiarire il senso e la portata del precedente decreto, aggiornandolo alle mutate condizioni politiche.
È stato chiesto alla Suprema Sacra Congregazione se sia lecito ai cittadini cattolici dare il proprio voto durante le elezioni a quei partiti o candidati che, pur non professando princìpi contrari alla dottrina cattolica o anzi assumendo il nome cristiano, tuttavia nei fatti si associano ai comunisti e con il proprio comportamento li aiutano. Risposta: "Negativo". Papa Giovanni XXIII ha approvato la decisione.

Da Na Bruta Banda..

Ma la chiesa non ci insegna che siamo tutti uguali, indipendentemente da razza, religione, credo politico, ecc.?

Ma la chiesa, invece di perdere tempo a parlare di coppie di fatto, preservativi, omosessuali e comunisti non potrebbe semplicemente aiutare il prossimo?

Ma la chiesa ne combina qualcuna giusta ogni tanto?

venerdì 16 novembre 2007

Finalmente qualcosa di buono..


Con 99 voti a favore, 52 contrari e 33 astensioni la terza commissione delle Nazioni Unite ha approvato la Risoluzione sulla moratoria della pena di morte fortemente voluta dall'Italia.

"L'Italia conduceva la battaglia per la moratoria sulla pena di morte da 13 anni e i tre precedenti tentativi, nel 1994, nel 1999 e nel 2003, erano falliti.
Il vice presidente del Consiglio e ministro degli Affari Esteri Massimo D'Alema ha accolto con viva soddisfazione l'approvazione del testo della risoluzione per la moratoria della pena capitale nel mondo.
L'Italia conferma di essere in prima linea nel mondo in materia di tutela dei diritti umani. La lotta contro la pena di morte a livello internazionale è uno dei temi prioritari di politica estera, che vede impegnati Governo, Istituzioni, forze politico-parlamentari e organizzazioni non governative in una campagna corale, convinta e tenace che ha prodotto un primo, rilevante risultato."

Finalmente il governo, anzi D'Alemino, ha fatto qualcosa di cui io non mi debba vergognare..

Ma vediamo, ora, quali sono i paesi che applicano ancora la pena di morte, esclusi gli abolizionisti di fatto (che non eseguono sentenze capitali da almeno 10 anni).
(dal sito http://www.nessunotocchicaino.it/ dati 2006)
  • Abolizionisti per crimini ordinari: 9
    Argentina, Brasile, Cile, El Salvador, Figi, Isole Cook*, Israele, Lettonia, Perù.
  • Paesi membri del Consiglio d’Europa, che attuano una moratoria delle esecuzioni e si sono impegnati ad abolire la pena di morte: 1
    Russia.
  • Paesi che attuano una moratoria delle esecuzioni: 4
    Algeria, Guatemala, Kazakistan e Mali.
  • Mantenitori: 51
    Afghanistan, Arabia Saudita, Autorità Nazionale Palestinese, Bahamas, Bahrein, Bangladesh, Bielorussia, Botswana, Burundi, Ciad, Cina, Comore, Corea del Nord, Corea del Sud, Cuba, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Etiopia, Giappone, Giordania, Guinea, Guinea Equatoriale, India, Indonesia, Iran, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Malesia, Mongolia, Nigeria, Oman, Pakistan, Qatar, Repubblica Democratica del Congo, Saint Kitts e Nevis, Sierra Leone, Singapore, Siria, Somalia, Stati Uniti d’America, Sudan, Taiwan, Thailandia, Trinidad e Tobago, Uganda, Uzbekistan, Vietnam, Yemen, Zimbabwe.

Cosa dire quindi dei tanto democratici e civilissimi Stati Uniti d'America? Per me gli americani non sono altro che bigotti della peggior specie con l'accetta in mano. Sono religiosi sì, e non perdono un momento per ricordarcelo, ma hanno il vizio di sostituirsi a dio.. quando si tratta di giudicare e soprattutto condannare.

Per par condicio cito anche Cuba, dove peraltro, da quattro anni pare si preferisca l'ergastolo alla pena di morte. Ma restano pesanti, restrizioni sulla libertà e sui diritti umani.

Infine, due parole anche per Giappone e Cina.
Il super tecnologico Giappone utilizza un modernissimo metodo di esecuzione: l'impiccagione.
E cosa dire della traboccante Cina? Pare che nel 2006 le esecuzioni siano state almeno 5.000. Del resto, se i cinesi son troppi qui in Italia, figuriamoci in Cina..

giovedì 15 novembre 2007

Deja vu

Adoro sdraiarmi per terra
e con gli occhi seguire la luna
con l'aria fresca che accarezza il mio corpo
e con in tasca un bel po' di fortuna
adoro sostare per ore
e ascoltare il silenzio di un prato
mentre una nuvola passeggia nel cielo
fare progetti per il mio passato

Senza troppe convinzioni
di quel che voglio e quel che posso fare
ordino le mie illusioni
e non m'importa come andrà a finire
forse sono troppo audace, ma faccio solo quello che mi piace

Adoro aver tanti problemi
lottare per esser capito
poi ascoltare una canzone che amo
cantare strofe in uno stadio gremito
adoro far tardi la sera
raggiungere luoghi distanti
per riscoprire che i problemi di prima
non si dimostrano davvero importanti

Senza troppe convinzioni
di quel che voglio e quel che posso fare
ordino le mie illusioni
e non m'importa come andrà a finire
forse sono troppo audace, ma faccio solo quello che mi piace

Mi piacciono il caos e il movimento
ballare tra la gente ed essere spinto
cenare in autogrill con birra e panino
attendere per ore un segno del destino
mi piacciono il caos e le ammucchiate
le cene memorabili improvvisate
le urla della folla che grida a festa
quel cerchio che il buon vino ti lascia alla testa

Senza troppe convinzioni
di quel che voglio e quel che posso fare
ordino le mie illusioni
e non m'importa come andrà a finire
forse sono troppo audace, ma faccio solo quello che mi piace

martedì 13 novembre 2007

Oggi vi consiglio IV - Tre Allegri Ragazzi Morti

In vista del concerto di sabato, ecco qualche canzone dei TARM, premetto che io ascolto solo tre album: "Mostri e Normali" del '99, "La testa indipendente" del 2001 e "Le origini" del 2002. In pratica mi mancano i primi e gli ultimi due lavori, però secondo me questi tre sono i migliori.

Scegliere poche canzoni per farvi conoscere un gruppo è difficile, anche perchè loro mi hanno accompagnata in tanti momenti felici, e sicuramente questo condiziona le mie preferenze.. ma del resto non si tratta di una recensione.. ma proprio dei miei gusti, appunto.

Ho fatto un giro su youtube, i loro video purtroppo son veramente pochi, ve ne segnalo alcuni..

Altre canzoni da non perdere, ma di cui non ho i video:

  • Dipendo da te (anche nella versione batteri)
  • Sono morto
  • Il ritorno dei ragazzi morti
  • Alice in città
  • Si parte
  • Piccolo cinema onirico
  • Volo sulla mia città
  • Beat (o)

Ecco, credo di aver esagerato..

Vi lascio con un medley (si dice così..??), ecco il video


lunedì 12 novembre 2007

Io c'ero...


Sono a casa di un’amica, per la nostra riunione del giovedì.. cena + Grey’s Anatomy.

Siamo sole, le altre avevano tutte altri impegni, la mia amica, come sempre, gira per la cucina super indaffarata, apre il frigorifero, e la sento commentare qualcosa che ha a che fare con “salame e puzza”, faccio finta di nulla.. Dopo poco le chiedo un po’ di vino da bere, lei apre il frigo e la scena si ripete, mi dice “ma che puzza sto salame.. Tino (così chiameremo il suo fidanzato) ha comprato 4 salami nel piacentino, due per noi, uno per i suoi e uno per i miei.. è buono.. ma fa una puzza!!” Mi racconta l’odissea del salame, e nel frattempo prepara la cena..

Squilla il cellulare, la sento parlare.. “Ciao mamma.. sì, lo so, puzza anche il mio, ma è buono.. no mamma, è buono fidati, lo abbiamo già assaggiato.. sì, sì, ciao”

Passa un po’ di tempo, nel frattempo Tino è passato a casa una mezzora, giusto il tempo di mangiare due fette di salame.. e il cellulare squilla di nuovo “..mamma?.. ma ti ho detto che è buono.. è solo la pelle che puzza.. no mamma, stai tranquilla.. ma come fai a dire che sa di carne putrefatta? Hai mai annusato un morto??... mamma, ti ho detto che è buono, siamo in ritardo e devo fare mille cose.. ti passo Tino”..."Buona sera, signora.. no, no è buono si fidi.. mah forse puzza un pochino ma è la pelle.. a me sembra buono.. sì, sì, ne ho già mangiato metà.. va bene, ciao"

A metà cena risquilla il cellulare.. “..MAMMA!!!.. sì, lo so, puzza.. mamma, sono in ritardo.. ti ho già detto che è buono.. mi sto alterando.. sì, anche il mio frigo puzza.. mamma, mi sto innervosendo.. ... ..mamma, sai cosa puoi fare con quel salame??? mettitelo su per il culo!.. ciao mamma, ciao”

Sabato 17 novembre..


Tre allegri ragazzi morti..

Adolescenza eterna.
Per la "Notte della tempesta" salgono sul palco del Rolling Stone i Tre Allegri Ragazzi Morti, Il Teatro degli Orrori e Moltheni. Per una serata all'insegna del rock. Ingresso: 12 euro.



Mercanti di liquore

I Mercanti di Liquore nascono a Monza a metà degli anni `90, quando tre musicisti che già militavano insieme nel gruppo rock “ZOO” decidono di dar vita ad una formazione orientata verso la musica acustica. Il loro repertorio è costituito da composizioni originali e da rivisitazioni di alcune tra le più belle canzoni di Fabrizio De André e di altri autori significativi nel panorama della musica italiana. I Mercanti di Liquore si caratterizzano per l'estro e l'originalità degli arrangiamenti personalizzando l'interpretazione dei brani tanto da essere definiti dalla critica specializzata un vero e proprio "power-folk trio", per il personale approccio alla musica d'autore.
Nell'Area Festa di via Borgazzi 35 a Monza Mercanti di Liquore e Stefano Vergani con la sua Orchestrina Pontiroli. Ingresso gratuito.

Per il vincitore..




Dimmi se questo potrebbe andar bene.. ;)


Spero di aver visto giusto.. anche se non capisco cosa c'è sullo sfondo.. ma direi che non è importante..

Questo è l'ultimo che metto, anche perchè detto sinceramente sti cosi mi affaticano la vista..

giovedì 8 novembre 2007

Ce l'ho fatta..!


Ho trovato un sito dove spiegano un metodo alternativo per vedere le immagini tridimensionali degli stereogrammi, e ce l'ho fatta anche io! Adesso finalmente non vedo più dei calchi, vedo proprio le immagini nitide in rilievo.. Provate anche voi!

"Ponete il viso vicino al monitor, tenendo gli occhi chiusi e sfiorando con il naso lo schermo. Riaprite gli occhi senza focalizzare lo sguardo al centro dello schermo. Allontanatevi lentamente, tenendo gli occhi rilassati e nella posizione iniziale, cercando di guardare un punto che si trovi oltre lo schermo che avete di fronte. Ben presto gli oggetti sullo schermo appariranno come sdoppiati ed il loro contorno sarà confuso, poi si formerà una nuova immagine. Apparirà a mezz'aria, come ad una distanza media fra noi e lo schermo, e sarà tridimensionale. "

mercoledì 7 novembre 2007

Ma perchè..!!!!!?

Blogger!!!!

Ma perchè quando pubblico i miei post, se ti gira bene mi metti gli "invii" a cazzo?!!!! e se ti gira male oltre a quello mi rimpicciolisci pure i caratteri???!

Pubblico il mio bel post, e mi accorgo che mi hai segato gli "a capo", rientro per correggere, ripubblico, e i caratteri diventano talmente piccoli che non si legge nulla, rientro, formatto il testo.. ripubblico e gli "a capo" non ci sono più, oppure si sono raddoppiati..

Male! per fortuna, son sempre riuscita a sistemare tutto prima di mettermi a prendere a testate il monitor, ma a volte ci sono andata davvero vicina! e vabbè.. cmq qualcuno mi ha suggerito di andare nella parte html, infatti stasera ho fatto così.. però che pacco! Uffi! :(

Se fossimo nel blog di Fabio, questo post avrebbe come etichetta "fanculo".

Guardare oltre le apparenze..



Voi siete capaci di guardare oltre le apparenze? eh sì, questo stereogramma ci insegna che non tutto è quel che sembra..

Conoscete la tecnica? Cliccate sull'immagine ed ingranditela, poi mettete una penna fra i vostri occhi ed il monitor, e iniziate a fissarla (la penna), ma fissatela bene, fin nei particolari. Senza fretta. Vedrete che dopo una decina di secondi il disegno sullo sfondo apparirà più vivo e dopo poco noterete l'immagine tridimensionale.

Questo stereogramma, poi, è proprio facile da capire, anche per me.. che ho qualche problema, perchè io vedo sì, l'immagine tridimensionale, ma al contrario, come se fosse un calco.. bah..

Comunque è aperta ufficialmente la gara.. il primo che indovina.. vince.. qualchecosa!!

Quanta pazienza..

Finalmente ho capito qual'è il nome della sciura..

Oggi abbiamo festeggiato il suo onomastico, san Leonardo, Leonarda, Leonardina, Dina! Ma tanto per me resta sempre "La sciura". eheheh
Da giorni ero stata precettata per un'uscita a cena tutti insieme stasera, e non potevo tirarmi indietro. "Ho lo stomaco ribaltato e la testa che mi frulla.. :) ma non posso tirarmi indietro.." e così è iniziata la serata..

La sciura ha proposto di andare all'Open Cafè, quel ristorante accanto al Maestoso, in corso Lodi. Io non ci ero mai stata, ma ne avevo sentito parlare veramente male da una fonte attendibilissima (inaffidabile per tutto il resto, ma quando si parla di cibo è una certezza), e così ho provato a proporre un bel Baia, ma non c'è stato nulla da fare.. e così siam partiti.

Li lascio davanti al locale e vado a cercare parcheggio, poi dopo 5 minuti entro. Il cameriere, palesemente gay, non mi lascia neanche sedere e mi chiede se intanto voglio ordinare da bere. "Non ho ancora deciso cosa mangiare" rispondo io, e lui insiste "acqua? vino? birra?". Lo guardo con tutto lo sdegno di cui son capace e gli rispondo "solo quando avrò deciso cosa mangiare". Pessimo, pessimo inizio.
Il cameriere finalmente mi lascia in pace, e se ne va dicendo che la sciura e mio padre avevano già ordinato un antipasto di pesce gratinato per tre. Conoscendo la permalosità della sciura, non avevo molta scelta.. sarebbe stata una mangiata di pesce, così aveva deciso, e così mi toccava fare.. anche se lo stomaco mi si contorceva solo all'idea della parola pesce.

E qui arriva il bello.. mio padre, tenta di dirmi qualcosa, ma come al solito non gli vengono le parole, e inizia a sparare una serie di frasi incomprensibili del tipo.. "se vai di là, puoi guardare il pesce" che culo, penso io, ho proprio voglia di guardare il pesce. Insomma, un gran giro di parole e una gran perdita di tempo per dirmi che nell'altra sala ci sono gli antipasti a buffet.
Gli spiego che loro avevano già ordinato tre antipasti di pesce gratinato, mentre io non c'ero, e che dovevamo scegliere cosa prendere dopo, l'antipasto. Resta molto perplesso.
Io e la sciura ci mettiamo a leggere il menù, e mio padre resta imbambolato a guardare il vuoto per cinque minuti pieni, finchè col nervoso che mi sale, gli chiedo molto gentilmente "sai già cosa prendere di primo e secondo?", lui farfuglia qualcosa.. che io non capisco, che nessun umano avrebbe capito, e gli ficco in mano il menù.. minacciosamente. Lo apre e inizia a fissarlo.. lo fissa, lo fissa.. ma c'è qualcosa che non mi convince.. ho il presentimento che nel suo cervello si sia incriccato qualcosa..

Dopo un bel po', arriva il cameriere, dicendo "avete deciso cosa prendere dopo gli antipasti?"
la sciura "pennette gamberi e salmone"
io "linguine all'astice"
mio padre "...ehm... mmm... io volevo dell'antipasto di pesce.."

La cucina non mi ha fatto impazzire, cioè, tutto mangiabile, ma nulla di particolarmente buono, insomma il livello è quello di un ristorante/pizzeria medio, ma con i prezzi di un ristorante serio. No buono.. non mi vedono più, purtroppo per il cameriere, invece, mio padre e la sciura hanno apprezzato e mi sa ke ci torneranno.. sempre se si riprendono dalla mazzata del conto.

giovedì 1 novembre 2007

Senza pc - Halloween

Domani porterò il mio pc a casa di Fabio.. la mia idea iniziale era che potesse dargli una ritoccatina qua e là.. ma lui dice che "il mio pc potrebbe essere troppo compromesso!".
Molto meglio brasarlo e rifare tutto.. la partizione del disco, installare le patch, ma soprattutto togliermi i privilegi di amministratore ("più sicurezza implica meno libertà" dice.. potrei farci un post su questa frase..), più tutta una serie di altre cose che non mi ricordo.. ;) ma mi fido di lui!

Così mi ritroverò senza pc per un po' di giorni e sento che già mi sta salendo l'astinenza da internet.. Infatti, appena arrivata a casa, dopo una serata piacevole ma stancante, mi son detta.. "devo assolutamente scrivere l'ultimo post!". Anche perchè, detto fra noi, i visti i tempi di Fabio chissà quando lo rivedrò il mio povero pc..

Non mi son preparata nessun argomento, quindi vi racconterò della mia giornata..

Sveglia alle 10, mi sono alzata con mooolta fatica perchè ero andata a letto meno di tre ore prima, vado dal parrucchiere.. ma la mia amica è in malattia, uffi, e mi serve una tizia che così impedita non si era mai vista.. vi dico solo che la piega liscia me la faccio meglio io con la piastra.. vabbè.
Poi sono andata pranzo con Ponga.. che mi ha ricordato dei divertenti episodi che la riguardano e che ho dimenticato di mettere nel post che le ho dedicato.. (sai che mi ricordo solo quello della macchia? gli altri li ho scordati di nuovo)(il bello è ke ho smesso di farmi le canne già da un pò, ma la mia memoria continua a peggiorare). Dopo mangiato ho fatto una scappatina da peck a comprare del te per un amico di Paolino e una bella passeggiatina..

..e poi è partita la ricerca dei cappelli da strega.. ke si è conclusa in viale Brenta, alle 15.45.
Dalle 17 alle 21 tante nanne e poi è cominciata la serata!

Sono andata all'Area51 di Rozzangeles per Spazio Petardo, con Rossella, Anna e Fabio&Fabio. Noi fanciulle, ovviamente, eravamo munite di tre splendidi cappelli da streghetta comprati da me.

(N.B. il disegno qui accanto non è affatto rappresentativo del nostro abbigliamento.. l'ho messo solo per far contenti anche i maschietti).

All'inizio Fabio, il moroso di Rossella, ha fatto fatica ad ambientarsi perchè per lui il clima era "troppo comunista", mentre Fabio, l'altro, ormai se n'è fatto una ragione..
Poi, ci siam sciolti tutti e son partite le danze.. la musica è stata più commerciale rispetto al solito e non hanno messo nemmeno un pezzo ska, almeno fino alle 3.30, peggio per me.. ma meglio per i miei amici che almeno si son divertiti..

Noi donnine abbiamo ballicchiato parecchio, e devo dire che anche Fabio & Fabio si son dati da fare! Spazio petardo è sempre carino, però, stasera c'era veramente tanta tanta gente.. troppa! e alla fine abbiamo optato per un'intima mangiata di foccaccia vicino a casa mia..

Ora son le 7.. fuori è chiaro, quindi, forse è ora di buttarsi nel lettone, anche perchè la sciura mi sta già dando il tormento..

- A che ora sei tornata ieri sera? -
- Alle 5 -
- Alle 4? -
- Alle 5 - (faccio anche il gesto con la mano)
- Alle 2? -
- ALLE CINQUE!!!!!!! -

...