Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

giovedì 15 novembre 2007

Deja vu

Adoro sdraiarmi per terra
e con gli occhi seguire la luna
con l'aria fresca che accarezza il mio corpo
e con in tasca un bel po' di fortuna
adoro sostare per ore
e ascoltare il silenzio di un prato
mentre una nuvola passeggia nel cielo
fare progetti per il mio passato

Senza troppe convinzioni
di quel che voglio e quel che posso fare
ordino le mie illusioni
e non m'importa come andrà a finire
forse sono troppo audace, ma faccio solo quello che mi piace

Adoro aver tanti problemi
lottare per esser capito
poi ascoltare una canzone che amo
cantare strofe in uno stadio gremito
adoro far tardi la sera
raggiungere luoghi distanti
per riscoprire che i problemi di prima
non si dimostrano davvero importanti

Senza troppe convinzioni
di quel che voglio e quel che posso fare
ordino le mie illusioni
e non m'importa come andrà a finire
forse sono troppo audace, ma faccio solo quello che mi piace

Mi piacciono il caos e il movimento
ballare tra la gente ed essere spinto
cenare in autogrill con birra e panino
attendere per ore un segno del destino
mi piacciono il caos e le ammucchiate
le cene memorabili improvvisate
le urla della folla che grida a festa
quel cerchio che il buon vino ti lascia alla testa

Senza troppe convinzioni
di quel che voglio e quel che posso fare
ordino le mie illusioni
e non m'importa come andrà a finire
forse sono troppo audace, ma faccio solo quello che mi piace

2 commenti:

carlo ha detto...

Cazzo! mi ricorda qualcosa.
E' ska, vero?

Sara ha detto...

Sì... eheheh

...