Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

sabato 17 novembre 2007

E' in pericolo la mia salvezza eterna..!!



Da Wikipedia..

Nel giugno 1949 viene stampato un "avviso sacro" di scomunica, che dice:

"Fa peccato Mortale:
Chi è iscritto al Partito Comunista.
Chi ne fa propaganda in qualsiasi modo.
Chi vota per esso e per i suoi candidati.
Chi scrive, legge e diffonde la stampa comunista.
Chi rimane nelle organizzazioni comuniste: Camera del Lavoro, Federterra, Fronte della Gioventù, CGIL, UDI, API, ecc…"

Poi luglio dello stesso anno la Congregazione del Sant'Uffizio ha pubblicato un decreto conosciuto come scomunica ai comunisti: con esso la Chiesa cattolica prendeva esplicitamente le distanze dall'ideologia comunista.
È stato chiesto alla Suprema Sacra Congregazione se sia lecito iscriversi al partito comunista o sostenerlo, e questa ha risposto "negativo: infatti il comunismo è materialista e anticristiano; i capi comunisti, sebbene a volte sostengano a parole di non essere contrari alla Religione, di fatto sia nella dottrina sia nelle azioni si dimostrano ostili a Dio, alla vera Religione e alla Chiesa di Cristo"... "N.B. Chi in confessione tace tali colpe fa sacrilegio". Papa Pio XII ha approvato la decisione.

La stessa congregazione del Sant'Uffizio pubblicò dieci anni più tardi, il 4 aprile 1959, un Dubium, con lo scopo di chiarire il senso e la portata del precedente decreto, aggiornandolo alle mutate condizioni politiche.
È stato chiesto alla Suprema Sacra Congregazione se sia lecito ai cittadini cattolici dare il proprio voto durante le elezioni a quei partiti o candidati che, pur non professando princìpi contrari alla dottrina cattolica o anzi assumendo il nome cristiano, tuttavia nei fatti si associano ai comunisti e con il proprio comportamento li aiutano. Risposta: "Negativo". Papa Giovanni XXIII ha approvato la decisione.

Da Na Bruta Banda..

Ma la chiesa non ci insegna che siamo tutti uguali, indipendentemente da razza, religione, credo politico, ecc.?

Ma la chiesa, invece di perdere tempo a parlare di coppie di fatto, preservativi, omosessuali e comunisti non potrebbe semplicemente aiutare il prossimo?

Ma la chiesa ne combina qualcuna giusta ogni tanto?

2 commenti:

Carlo ha detto...

Ciao compagna!

Sara ha detto...

Ciao Compagno!

Senti.. la domanda nasce spontanea.. ma io ti conosco???

...