Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

martedì 30 ottobre 2007

Oggi vi consiglio.. III

In questi giorni mi frulla per la testa tanto Ska, ma non solo!
quindi per cominciare vi consiglio..

  1. "One step beyond" dei Madness, che dire.. un antidepressivo naturale.. ke non ti permette di restar fermo! ska.. ska.. ska.. Ecco il video.
  2. "I am the walrus" dei Beatles, riscoperta nel blog di Alex. Ecco il video.
  3. "I ain't no miracle worker" dei Brogues. Suggerita dal mio tuttologo di musica. Chi mi sa dire almeno due gruppi/cantanti che l'hanno rifatta in italiano? Chi volesse ascoltarla e vedersi un "simpatico" video, clikki qui.
  4. "Santa Marinella" dei Gogol Bordello. Faccio uno strappo alla regola (adoro le eccezioni) e vi segnalo un'altra canzone.. Premessa.. Il cantante dei Gogol Bordello, Eugene Hütz, ucraino, nel suo girovagare è stato anche in Italia, e ha soggiornato per diversi mesi nel carcere di Santa Marinella, a causa di un errore della polizia italiana che lo ha scambiato per uno zingaro ricercato per furto. Nella canzone (mi piacerebbe avere la traduzione) Eugene fa sfoggio di molte parole imparate in prigione. Per ascoltarla clikkate qui.. ma solo se non vi spaventano parolacce e bestemmie.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Belle tutte!
Specialmente la prima e l'ultima. Hai fatto venire voglia di ballare lo ska anche a me. La prossima volta che vai dove fanno spazio petardo avvisami.
Ciao, S.

Anonimo ha detto...

One step beyond!!!!!

...