Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

domenica 16 marzo 2008

Un viaggio..

La nostra vita non è altro che un viaggio.

Qualcuno sa perfettamente dove vuole arrivare, e cazzo, ci arriva. Alcuni sbagliano strada, alcuni si dilungano, altri cambiano direzione.
Qualcuno vaga senza meta, o preferisce improvvisare, o magari una vaga idea di dove vuole andare ce l’ha, ma con calma..
Io, ovviamente, faccio parte di questo gruppo, il mio motto è sempre stato “l’importante è partire.. e godersi il viaggio”.

A volte si va a 1000, a volte ci si rilassa, a volte qualcuno decide di accompagnarci, a volte ci si ferma, si torna indietro (attenzione: retromarcia in autostrada meno 10 punti), a volte ci si trova davanti ad un bivio, ad una "rotonda burlona" (citazione), quale sarà l’uscita giusta? Beh io continuo a girare finché non mi viene l’ispirazione.

L’importante comunque è andare. A che punto sono del mio viaggio? Sicuramente ho rallentato, e mi sono fermata. Ora faccio fatica capire se sono ripartita veramente. Tante parole, tanti preparativi, tanti sogni.. ma mi sa che al momento vado per inerzia, o forse mi sono persa.
Però piano piano mi rimetterò in carreggiata, promesso! Il viaggio è troppo importante.

Portando il discorso sul piano musicale, mi ricordo che nel ‘93 mi aveva colpito molto “Viaggio senza vento” dei Timoria, un concept album sul viaggio, appunto, da ascoltare tutto, dall’inizio alla fine. Viaggio interiore alla scoperta dell’amicizia, dell’amore e di se stessi, ma anche viaggio riscoperta della libertà.
Credo che lo riascolterò, magari mi piace ancora.. e forse nei prossimi post riporterò anche qualche frase.

Beh, poi ci sono altri tipi di viaggi.. sempre molto, diciamo.. introspettivi.. magari anche questi saranno oggetto di altri post :)

6 commenti:

L ha detto...

Ah il viaggio. Quello che tu chiami viaggio, io la chiamo avventura. Andare a destra invece che sinistra? Beh io lo chiamo Score. Questo si riallaccia al post che hai commentato, poco tempo fa. Il bello delle persone è sapere come sta andando il proprio viaggio, che scelte hanno fatto e dove sono dirette. Le persone che non partono nemmeno, non mi dicono nulla.

Il viaggio è un'esperienza di vita? Beh, si.

L'importante più che partire, è aver voglia di viaggiare. Poi un bel giorno ti guardi indietro e ti rendi conto che hai fatto già un casino di strada.

Ciao,
L.

Na Bruta Banda ha detto...

Sì.. il viaggio deve ripartire.. è necessario!

:)

L ha detto...

E allora, si parte! :-)

Ciao,
L.

Na Bruta Banda ha detto...

Si parte, si parte.. allegre ragazze si parte..!

Fabio ha detto...

La canzone delle vacanze 2007!! (te credo, con tre donne...)

Anonimo ha detto...

Sono pronto...per volare...senza vento.
Prenditi la calma per viaggiare amica mia...solo cosi vedrai cio' che ora non vedi, vivrai quello che vorrai e riscoprirai sentimenti ed emozioni che a gia' provato.
bacioni
Luna

...