Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

giovedì 24 dicembre 2009

Una splendida giornata..

Notte insonne.. totalmente insonne..
ore 06.30 mi affaccio alla finestra per controllare la situazione neve, vedo una marea di posti liberi sotto casa.. ho parcheggiato la macchina un po' distante, penso sia il caso di spostarla, anche per vedere se parte.. poi mi metterò a dormire..
ore 07.00 arrivo alla macchina, munita di paletta, è piena di neve, quella che mi preoccupa non è tanto la neve sopra (l'auto), ma quella sotto, colpa dello spazzaneve..
ore 07.15 mi faccio prestare dal portinaio la pala "professionale"
ore 08.30 finisco di spalare.. entro in macchina.. non parte..
ore 08.45 incontro il signor elettrauto, per strada, intento a far partire altre macchine, mi accodo..
ore 09.00 elettrauto mi dice "guida per almeno 20 minuti". Decido quindi di andare a trovare mio padre..
ore 09.45 dopo aver fatto un po' di giri arrivo da mio padre, che mi accoglie con degli occhiali non suoi..
ore 10.00 gli occhiali di mio padre vengono ritrovati nel cassetto di un altro ospite.. senza una lente e con la montatura rotta..
ore 10.30 ginnastica di gruppo, partecipo anche io.. dopo aver fatto esercizi per collo e schiena, l'infermiera chiede agli amabili vecchietti se qualcuno ha dei dolori.. si alza solo una mano.. la mia.
ore 11.30 pranzo. Aiuto le inservienti a rincorrere i vecchietti che scappano sulle sedie a rotelle, e rimedio doppio primo e doppio secondo per mio padre..
ore 12.00 saluto tutti.. è proprio ora di andare a casa. Non mi sono lavata, non mi sono pettinata, non ho fatto colazione e neanche pranzato.. mi fa male il collo e ho un sonno porco.. faccio abbastanza schifo..
ore 12.05 la macchina non parte.
ore 12.15 mi ritrovo in strada, a fermare qualsiasi pedone si avvicini ad una macchina sperando abbia i cavi..
ore 14.00 fa freddo e faccio sempre più schifo, ma trovo un tizio, che impietosito, mi aiuta..
ore 14.15 la macchina non parte, neanche coi cavi..
ore 14.30 finalmente apre il meccanico vicino a dove ho parcheggiato. Viene subito, ci attacca di nuovo i cavi, nulla, smanetta, nulla, mi chiede il libretto di istruzioni della macchina.. sono perplessa..
ore 14.45 il meccanico mi dice di chiamare il carroattrezzi dell'amico, per portare la macchina da un altro amico.. spesa solo per il trasporto 50€, sono molto perplessa..
ore 15.00 chiamo il carroattrezzi, il mio, quello che mi passa aggratis l'assicurazione.. concordo dove portare la macchina, e riesco a spuntare un posto vicino a casa mia..
ore 15.15 mi metto ad impacchettare i regali per la tombola pomeridiana, mio padre seduto sulla sedia accanto a me.. dorme..
ore 16.00 il carroattrezzi carica me e la mia piccina, i due ragazzi sono simpatici, e mi convincono a portare la macchina dal meccanico vicino al loro deposito, che è comunque vicino a casa mia..
ore 16.15 arriviamo, i ragazzi mi invitano nel loro ufficio e mi offrono te e pasticcini, sono gentili.. io ripenso che non mi sono lavata, pettinata o truccata.. che sotto gli anfibi ho una calza diversa dall'altra, e che ho una felpa calda ma oscena.. per fortuna non fa così caldo.. e mi tengo il cappotto ben abbottonato!
ore 17.00 entra il meccanico e dice "pompa!" ehm.. "è la pompa della benzina", non hanno il pezzo di ricambio.. arriverà domani, forse..
ore 17.20 uno dei due ragazzi mi accompagna a casa.. col carroattrezzi.. :)
ore 17.30 spesa veloce e poi un po' di cazzeggio
ore 19.00 svengo sul divano.. tanto è scomodo, non dormirò più di mezzora..
ore 23.30 mi sveglio.. ho.. ho.. fame? sì, anche, però soprattutto ho voglia di fumare.. mmm i pacchetti che ho comprato stamattina sono nel sacchetto.. il sacchetto è.. mmm.. nella macchina..
V.D.M.

N.B. il controllo ortografico mi suggerisce di cambiare la parola "simpatici" in "simpatichi".. sto male!

2 commenti:

Baol ha detto...

Lo correttore urtografico n'già sembre raggione, seppialo


:D

M@rcello;-) ha detto...

behm ke dire... di certo non ti sarai annoiata! ;)

... poi ... il tipo che ti ha portato a casa col carroattrezzi, si potrebbe dire che ti ha rimorchiato nel senso letterale del termine!!! XD almeno era carino? ;)

ciao saretta BUON NATALE, ti abbraccio tanto,
M@;-)

...