Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

lunedì 14 luglio 2008

Ultima settimana..

Esami del sangue..
Dottoressa: “Buongiorno signorina, tutto bene? Dove sono le sue urine?
Io: “ehmm.. diciamo che al momento non sono ispirata, posso fargliele avere più tardi?”
D: “eh eh, non ti scappa? Ok puoi darmele dopo”
Io: “Soffro di pressione bassa”
D: “ah ecco, lo dicevo, sdraiati, che non si sa mai.. si vede dalla faccia, hai proprio una faccia da lettino!” (tzè!)
Dopo 10 minuti:
D: “le urine?”
Io: “non mi viene..”
Dopo 20 minuti, sguardo speranzoso della dottoressa
Io: “no, non ce l’ho fatta, posso andare al bar a bere qualcosa?”
Dopo altri 20 minuti.. esultanza generala di tutto lo studio medico.. :)

Dal dentista, dopo aver tolto il dente del giudizio..
Dentista: “non mangiare o bere cose caldo, antibiotici per altri 3 giorni, mettici il ghiaccio ogni 10 minuti, mettici le garze se sanguina, se hai male prendi antidolorifico, e non fumare che aspiri aria calda e non fa bene..”
Io: “ok.. ok.. ok..”
Esco con la garza sulla gengiva, l’anestesia che mi paralizza mezza bocca e che faccio?? Mi accendo immediatamente una sigaretta, avevo subito troppo stress!!

Al telefono con il fiorista..
Io: mi scusi, ieri mi avete portato 3 bei girasoli, li ho messi in acqua e al sole, in verità a casa mia ce n’è poco di sole, lo sto inseguendo, ma i fiori si stanno ammosciando, come posso fare?
Fiorista: ma sono fiori recisi?
Io: sì?
Fiorista: signorina, ma li vuole cuocere??!! Li metta subito all’ombra e in un posto fresco, accenda l’aria condizionata e li metta nell’acqua fredda.. vediamo se riusciamo a salvarli..
Io: ma.. io pensavo.. girasoli.. sole.. ehm..
Fiorista: non sono mica piante, ormai sono tagliati.. dai magari riesce a salvarli..
Si son salvati.. un pochino..

3 commenti:

angelo46 ha detto...

Miiiiiiiiiiiii... ma sei un danno continuo! :)

Fatti viva ogni tanto... ciaooooooo!!

berso ha detto...

sto ancora ridendo!
i girasoli poverini...cotti!
ahahahah

Fabio ha detto...

La parte sui girasoli è decisamente la migliore!

Per il resto invece... per forza non riuscivi a farla, bevi come un canarino...

:-)

...