Vi parlo un po' di me..

La mia foto
Vivo in un mondo tutto mio, perennemente in bilico fra sogno e realtà. Non seguo regole convenzionali, ma solo quelle dettate dal mio cuore. Adoro i miei amici. Temo la razionalità, specialmente quando soffoca la magia. Amo bere, mangiare, dormire, ascoltare musica (non sempre in questo ordine). Sono piena di contraddizioni. Ho paura della solitudine. Non mi interessa apparire e non mi importa cosa pensa di me chi non mi conosce. Non giudico e non sopporto chi lo fa. Sono diffidente, ma se mi fido.. mi fido. Ho provato un vuoto incolmabile ed un amore tanto profondo che ha rivoluzionato la scala dei miei sentimenti. Sono attratta dalle stranezze e dalle differenze. Cerco di vivere il più possibile, ma a volte mi prendo delle lunghe pause. Mi piacciono i capelli spettinati, le persone passionali e un po’ folli. Sono pigra, dolce, un po’ matta e sempre alla ricerca di un po' di equilibrio, ma soprattutto del grande amore.

giovedì 7 giugno 2007

15/16 giugno a Monluè



Cari amici,
dove potremmo passare le nostre serate di giugno se non a Monluè?
Il sud sud festival, in genere, è molto divertente e questa volta ho deciso di iscrivermi pure al laboratorio di pizzica.
Vi aspetto là.
Baci
Sara

Ps ricordate l’autan.. :) e invitate chi volete








Venerdì 15 giugno
Canto Antico - Silvana Licursi pizzica-pizzica, canti del Sud Italia e canti della tradizione arberesh
Canto Antico ci racconta storie del Sud attraverso il ritmo ipnotico della pizzica, il fuoco delle tammurriate, il fascino malinconico dei canti alla stisa.

Sabato 16 giugno
Pino Zimba & Zimbaria Pizziche salentine
Pino Zimba, vale a dire il ritmo travolgente del tamburello e l'evoluzione strumentale nella pizzica del Salento. Figlio di Ciccio Mighali, contadino di Aradeo (Le), suonatore di tamburello "morsicato" dalla taranta. Fino a quattro anni fa ha espresso il meglio della sua abilità nel gruppo salentino "Officina Zoè" partecipando a numerosi convegni e rassegne di musica etnica in Italia e all'estero.

Laboratorio di Pizzica-pizzica e Danza scherma [ore 17.30-19.30 - euro 20,00]a cura di Pino ZimbaLa pizzica pizzica, che fa parte della più ampia famiglia della tarantella, è la danza della festa in Salento, generalmente ballata da un uomo e una donna (ma anche da due uomini o due donne) essa veniva eseguita in occasione di battesimi, matrimoni, raccolta del grano, vendemmia, etc. Attraverso la memoria orale è giunta fino ai giorni nostri e attualmente sta vivendo una stagione di fama ed enorme diffusione a livello nazionale, con tutte le trasformazioni dell’apparato coreutico-musicale tradizionale che ovviamente ne conseguono.Il senso profondo della pizzica si manifesta ancora nella ronda, cioè nel cerchio di suonatori e spettatori che descrivono il perimetro della danza, creando lo spazio sociale per il rituale collettivo.Nel corso del laboratorio verrà affrontato anche il tema della scherma, rituale di sfida e d’onore che trovava l’espressione più compiuta la notte del 15 agosto a Torrepaduli, in Salento.

Nessun commento:

...